logo

L’ANGOLO DEL SOMMELIER: L’AGLIANICO “MAGIS” ANTICO CASTELLO

A cura del nostro Sommelier Vincenzo Curcio.

È risaputo che la soddisfazione del cliente passa anche da un corretto abbinamento cibo/vino. Siamo in Irpinia, una provincia che offre vini di qualità assoluta; il regno delle uve fiano, greco ed aglianico.

L’aglianico è certamente una delle varietà di uve rosse più importanti del sud Italia; si può trovare in Molise, in Puglia, in Calabria ed in Basilicata; ma è certamente in Campania, ed in special modo in Irpinia, che si esprime ai massimi livelli col Taurasi. Le sue caratteristiche principali sono la profonda colorazione del vino, l’acidità marcata, la forte tannicità e l’elevata gradazione alcolica. All’assaggio, il vino esprime un bouquet di frutta a bacca rossa, sentori aromatici di erbe, tabacco e liquirizia.

Insomma, non è un vino facile da abbinare a tutto pasto; anche perché l’elevata acidità e i tannini in eccesso sono il motivo per il quale quest’uva dà il meglio di sé con un lungo affinamento in legno. Per questo oggi parliamo del “Magis” della Cantina Antico Castello.

È difficile trovare un aglianico fresco come questo, da abbinare per tutto il pasto. Il “Magis”, curato dalla famiglia Romano, ed in particolare dai giovani fratelli Francesco e Chiara, coltivato a circa 400 m. di altezza a San Mango sul Calore, è sicuramente una delle migliori espressioni della categoria per quanto riguarda il millesimo 2014. E ne sono dimostrazione i numerosi riconoscimenti degli ultimi anni, a partire dagli encomi al loro Taurasi da parte del blog di Luciano Pignataro (ricompreso tra le dieci etichette da comprare nel 2017 e bere tra dieci anni).

L’aglianico Antico Castello, che segue il disciplinare dell’Irpinia D.O.P., viene fermentato in acciaio a temperatura controllata, al quale segue un invecchiamento di 9 mesi in botti di rovere da 25/50 hl ed un lungo affinamento in bottiglia.

È contraddistinto da un colore rubino bruno con riflessi porpora; al naso dona sensazioni di pepe nero e marasca. In bocca si contraddistingue per le sue note di fragola, di foglia di tè verde, fico e tabacco, accompagnate da una costante e piacevole freschezza persistete; il sorso è netto e succoso, con il classico finale pulito dovuto alla tipica astringenza.

 

Insomma, il “Magis” 2014 Antico Castello è ideale per accompagnare i piatti dei nostri menu esaltando al meglio le caratteristiche che l’Irpinia ci offre con i suoi prodotti.

Il “Magis” 2014 sarà presente nel nostro menu à la carte come vino di questi mesi.

  • Share

Comments are closed.

Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies e delle altre tecnologie descritti nella nostra Cookies Policy Leggi | Ok
Right Menu Icon